Loading...

Accordo prematrimoniale: la guida completa

contratto prematrimonialeChi segue i matrimoni dei VIP, avrà ormai una certa dimestichezza con i contratti o accordi prematrimoniali. Si tratta di autentici contratti che vengono stipulati dal futuro sposo e dalla futura sposa, con i quali i due si impegnano, oltre che a rispettare i doveri coniugali previsti dalla legge, a tante altre prestazioni, delle più disparate.

Si tratta di una moda statunitense, che nel nostro paese ha attecchito poco non perché non ci sia nessuno che ci abbia pensato, ma piuttosto perché si tratta di una pratica contraria alla Costituzione e dunque non valida.

Impossibilità di accordo prematrimoniale

La nostra legge è piuttosto chiara. L’articolo 24 della Costituzione Italiana vieta infatti nel modo più totale qualunque tipo di accordo prematrimoniale, anche se diverse pronunce della Corte Costituzionale hanno aperto dei minimi spiragli in questo senso.

Quello che comunque non possono regolamentare tra di loro gli sposi, sono gli effetti di una eventuale separazione o divorzio. Gli accordi che sentiamo spesso stipulati tra le celebrity di Hollywood, nei quali le parti si impegnano ad esempio a non chiedere mantenimento o parti del patrimonio dello sposo o della sposa, per intenderci, sarebbero invalidi in Italia, non causando alcunché agli sposi, ma essendo semplicemente non operativi.

Abbiamo fatto un accordo prematrimoniale, e ora?

L’accordo prematrimoniale non è riconosciuto dalla legge, se non per taluni casi specifici. Sicuramente non sono validi quegli accordi matrimoniali che prevedono:

  • Numero di rapporti sessuali o simili dovuti a settimana;
  • Prestazioni di qualunque altro tipo;
  • Promessa a non chiedere mantenimento o parti del patrimonio nel caso di regime di comunione dei beni o di separazione dei beni;
  • Qualunque accordo che sia contrario a quanto previsto dalle leggi del Diritto di Famiglia.

Un atto assolutamente inutile se si è contratto matrimonio in Italia

Chi contrae matrimonio in Italia dovrebbe astenersi dal ricorrere a tali mezzi, dato che nessun tribunale del nostro paese riterrà mai valido un contratto del genere.

Questo perché in Costituzione si è provato ad evitare che le unioni matrimoniali diventassero troppo concentrate sul rapporto economico, potendo dare il via ad una mercanzia di sposalizi che mal si accompagnavano a quello che è il senso del matrimonio nel nostro ordinamento.

Se volete fare come i VIP americani, vi toccherà sposarvi da qualche altra parte.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Chenozze.com è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons