Loading...

Anello di Fidanzamento: quando regalarlo, quale scegliere e dove si mette

diamante solitario fidanzamentoL’anello di fidanzamento è una tradizione che si è impreziosita negli ultimi tempi anche nel nostro paese. Quella che era una tradizione principalmente dei film, è diventata ultimamente una sorta di necessità, un passaggio obbligato, una prima tappa necessaria verso il matrimonio.

Le tradizioni però fanno presto ad instaurarsi ed è per questo che vi abbiamo preparato uno speciale per farvi vivere questo momento alla perfezione, dall’acquisto dell’anello fino alla sua offerta.

Quando si offre in pegno d’amore l’anello di fidanzamento?

L’anello di fidanzamento è un pegno d’amore che viene offerto, in genere, accompagnato da una proposta di matrimonio, anche lontana del tempo.

È un segno molto importante, che viene donato soltanto quando all’amore dei primi periodi si vuole dare una pietra miliare, la pietra che ricordi che si è diventati una coppia che vuole proseguire la vita insieme.

È una promessa estremamente importante e va seriamente ponderata prima di essere fatta.

Cosa scegliere come anello?

Sebbene fino a qualche anno fa esistevano anche gli anelli da fidanzamento senza pietra, negli ultimi anni si predilige in genere un solitario montato su un anello in oro bianco.

Il diamante infatti rappresenta durevolezza e immortalità, simbolo perfetto per un amore che si considera importante e che si spera arrivi fino all’ultimo dei giorni dei partner.

Si possono scegliere anche pietre preziose colorate, come smeraldi e rubini, ed è proprio questa la tradizione di tantissimi reali d’Europa, che come anelli di fidanzamento familiari hanno scelto proprio un anello in oro con pietra preziosa diversa dal diamante.

Si deve riconsegnare una volta sposati?

La tradizione è piuttosto precisa su questo aspetto. Nel caso in cui si tratti di un anello di fidanzamento che appartiene alla famiglia e che viene dunque passato da madre in figlio, in genere viene riconsegnato una volta che ci si è sposati e che dunque viene sostituito dalla fede nuziale.

Nel caso in cui invece sia un anello comprato ex-novo, l’anello verrà trattenuto dalla sposa, che lo utilizzerà in occasioni importanti.

Quanto si deve spendere?

Non esiste un budget minimo o massimo per questo tipo di oggetti. Certo è che, senza rovinarsi economicamente, ci dev’essere comunque uno sforzo considerevole da parte del futuro fidanzato, che deve assolutamente comprare un anello che sia adeguato alle proprie capacità economiche.

Una buona regola è quella dei tre stipendi: moltiplichiamo per tre le nostre entrate mensili e stabiliamo così il budget da spendere per il nostro anello di fidanzamento.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Chenozze.com è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons