Loading...

La liturgia del Matrimonio: cosa c’è da sapere

liturgia chiesaPer ”liturgia del matrimonio” intendiamo quel momento specifico della funzione religiosa dove avvengono le promesse degli sposi e lo scambio degli anelli.

E’ senza dubbio il momento più emozionante di tutta la cerimonia ed è bene sapere prima come viene strutturato questo momento. Con questa piccola guida vogliamo proprio descrivervi il momento in cui gli sposi si giurano eterno amore e fedeltà.

Come e quando avviene il rito?

Terminata l’omelia e dopo qualche momento di silenzio, gli sposi e tutti gli altri si alzano in piedi e il sacerdote inizia il rito rivolgendosi agli sposi.

E’ bene essere organizzati per questo momento con le fedi bene in vista e libretti di lettura nel caso ce ne fosse bisogno.

Sarebbe bello se, invece di leggere, qualche giorno prima, imparaste a memoria le parole da dire in modo da potervi guardare negli occhi e prendervi per mano durante le promesse.

Quali sono le formule che vengono pronunciate?

Di seguito illustriamo come vengono svolte le domande del sacerdote e le promesse degli sposi.

Il sacerdote:

Carissimi (nome degli sposi) siete venuti insieme nella casa del Padre,
perché il vostro amore riceva il suo sigillo
e la sua consacrazione
davanti al ministro della Chiesa e davanti alla comunità.

Voi siete già consacrati mediante il Battesimo:
ora Cristo vi benedice e vi rafforza
con il sacramento nuziale,
perché vi amiate l’un l’altro con amore fedele e inesauribile
e assumiate responsabilmente i doveri del matrimonio.

Pertanto vi chiedo di esprimere davanti alla Chiesa
le vostre intenzioni.

(Nome degli sposi) siete venuti a contrarre matrimonio in piena libertà,
senza alcuna costrizione,
pienamente consapevoli del significato
della vostra decisione?

Gli sposi rispondono : Sì

Siete disposti, nella nuova via del matrimonio,
ad amarvi e onorarvi l’un l’altro per tutta la vita?

Gli sposi rispondono: Sì

Siete disposti ad accogliere responsabilmente e con amore
i figli che Dio vorrà donarvi
e a educarli secondo la legge di Cristo e della sua Chiesa?

Gli sposi rispondono: Sì

Se dunque è vostra intenzione di unirvi in matrimonio,
datevi la mano destra
ed esprimete davanti a Dio e alla sua Chiesa
il vostro consenso.

Lo sposo dice:

Io…., prendo te, ….., come mia sposa
e prometto di esserti fedele sempre,
nella gioia e nel dolore,
nella salute e nella malattia,
e di amarti e onorarti
tutti i giorni della mia vita.

La sposa dice:

Io,……., prendo te,…….come mia sposo
e prometto di esserti fedele sempre,
nella gioia e nel dolore,
nella salute e nella malattia,
e di amarti e onorarti
tutti i giorni della mia vita.

Il sacerdote:

Il Signore onnipotente e misericordioso
confermi il consenso
che avete manifestato davanti alla Chiesa
e si degni di ricolmarvi della sua benedizione.

Non osi separare l’uomo, ciò che Dio unisce.

La benedizione e lo scambio degli anelli

Il sacerdote:

O Signore,
santifica l’amore di questi sposi:
l’anello che porteranno come simbolo di fedeltà
li richiami continuamente al vicendevole amore.
Per Cristo nostro Signore.

Lo sposo dice:

(Nome della sposa) ricevi questo anello,
segno del mio amore e della mia fedeltà.
Nel nome del Padre e del Figlio
e dello Spirito Santo.

La sposa dice:

(Nome dello sposo) ricevi questo anello,
segno del mio amore e della mia fedeltà.
Nel nome del Padre e del Figlio
e dello Spirito Santo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Chenozze.com è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons