Loading...

Viaggio di nozze in Burundi: la guida

Questa pagina è dedicata a chi ama trascorrere il proprio viaggio di nozze alla scoperta di un luogo lontano dalla mondanità, in uno dei paesi più poveri al mondo. Un viaggio all’insegna dell’umanità in cui riscoprire il senso di fraternità verso un popolo caloroso e accogliente, nonostante il basso tenore di vita che lo attanaglia.

Il Burundi è uno Stato situato nella parte centrale del continente e, nonostante non sia bagnato dal mare, il suo territorio di trova nella regione dei Grandi Laghi su cui si affacciano numerose città tra cui la capitale Bujumbura. Uno degli aspetti più affascinanti del Burundi è senza alcun dubbio quello naturalistico e umano che fanno di questo paese un posto impossibile da dimenticare.

In questa guida vogliamo fare alcune informazioni necessarie per chiunque voglia partire alla scoperta di questo meraviglioso Paese.

Documenti necessari

I documenti necessari per un soggiorno turistico in Burundi sono pressocchè uguali a quelli richiesti in tutti i paesi africani. Innanzitutto è necessario il passaporto che deve avere la data di scadenza di oltre sei mesi la data di arrivo. Indispensabile anche la prenotazione alberghiera e il biglietto aereo di andata e ritorno.

Fondamentale è essere in possesso del visto di ingresso, un’autorizzazione concessa allo straniero dal Consolato del Burundi presente sul territorio italiano. La domanda per ottenere il visto va presentata su un apposito modulo con allegata una fototessera. Le tasse consolari per ottenere il visto per un mese di soggiorno sono di  50 euro e il tempo di rilascio si aggira sui 15 giorni circa.

Quale periodo preferire

Per stabilire quale sia il periodo migliore per visitare il Burundi dobbiamo tenere in considerazione le stagioni climatiche. Il clima del Burundi varia oltre che per le stagioni soprattutto in funzione dell’altitudine. Gran parte del Paese infatti è occupata da un altopiano con un’altezza intorno ai 1.500/1.800 metri. Se consideriamo che da giugno a settembre inizia la stagione secca è naturale pensare che questo sia il periodo migliore per partire ed evitare così che la poggia possa rovinare la vostra vacanza.

Dobbiamo precisare che sulle zone montuose le piogge sono decisamente più intense e diminuiscono di intensità man mano che ci si avvicina in pianura. Lungo le sponde del Lago Manganica ad esempio, il clima è temperato e le piogge poco frequenti.

Situazione sanitaria

Tetano, febbre tifoide, epatite A e B, rabbia, meningite meningococcica e malaria; queste sono le vaccinazioni consigliate per visitare in tranquillità il Burundi. La vaccinazione contro la febbre gialla invece è obbligatoria e viene richiesta la certificazione al momento in cui viene fatta domanda del visto.

Elevata è la possibilità di contrarre malattie trasmesse dagli alimenti e dall’acqua che portano a dissenterie e malattie diarroiche. E’ necessario quindi adottare metodi igienici molto scrupolosi, non mangiare carne e pesce crudi e bere solo acqua in bottiglie sigillate.

La situazione sanitaria nel Burundi lascia molto a desiderare per questo è assolutamente doveroso sottoscrivere, prima della partenza, un’ assicurazione sanitaria che preveda, in caso di necessità, le prime cure in strutture sanitarie adeguate o che organizzi il rimpatrio in Italia.

E’ buona norma portare in valigia medicinali di prima necessità e soprattutto spray repellenti agli insetti e creme solari ad altissima protezione.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Chenozze.com è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons